Se vuoi capire la stampa 3D cerca Robohand

Robohand IT

Le stampanti 3D sono strumenti dalle potenzialità disarmanti. Dai loro estrusori di plastica fusa può uscire fuori una pistola, come è successo negli Stati Uniti, o una protesi low cost come quella sviluppata dalla Waag Society nei Paesi Bassi. Per fortuna la storia di Richard Van As, mastro carpentiere di Johannesburg, in Sud Africa, ha qualcosa in comune con il secondo caso.

Van As ha perduto quattro dita della mano destra a causa di un incidente sul lavoro. Non si è arreso e ha deciso di tornare a lavorare costruendosi una protesi con i propri attrezzi di laboratorio. Il carpentiere ha iniziato a consultarsi con Ivan Owen, un designer statunitense esperto di arti artificiali. È nato il progetto Robohand, fatto da due persone divise da un Oceano. Poi è arrivata la stampa 3D. (continua…)

Un viaggio nell’Italia dei makers

Milano, Firenze e Simbario: tre città differenti tra loro unite da una linea immaginaria che parla di innovazione. In ognuna di esse si intrecciano le storie di fabbers e makers, raccontate da “Il saper fare italiano”. Si tratta di un cortometraggio pubblicato su Vimeo interamente prodotto, scritto, diretto, montato e post-prodotto dalla filmmaker Ena Granulo (@EnaKG). Le musiche originali sono composte, invece, da Barnabas Folk.

(continua…)

Massimo Menichinelli: come esportare un FabLab dalla Finlandia

Quando risponde alla chiamata skype, Massimo Menichinelli ha appena finito di testare la nuova fresa arrivata in laboratorio. Lui, spezzino classe ’80, è il producer dell’Aalto Fablab. In Finlandia ci è arrivato una prima volta nel 2009, quando è stato invitato a Helsinki come keynote speaker dopo aver maturato diverse esperienze internazionali nel campo del design (trovate tutto sul blog openp2pdesign) e dei progetti collaborativi. Quando l’ateneo gli chiede un parere sui progetti sperimentali più interessanti da seguire, Massimo consiglia loro di aprire un FabLab.

Un anno dopo si candida per un PhD presso l’Aalto University e scopre che l’ateneo sta finalmente mettendo in piedi un FabLab. L’occasione non gli sfugge di mano ed entra a far parte del progetto. Quanto tempo ci è voluto? (continua…)

Tags: