I 10 modi per rivoluzionare la classe con la stampa 3D

scuola stampa 3DBisogna guardare alla scuola di domani. Detto nel bel mezzo delle vacanze estive, a esami terminati, sembra quasi un azzardo. Chiariamo bene le cose, parliamo della scuola del futuro, quella in cui le stampanti 3D non sono degli estranei ma degli strumenti utili per imparare. Non è una visione da film di fantascienza. Non a caso, in Inghilterra è prevista l’attivazione di un curriculum scolastico con lezioni di robotica.

Portare la stampa 3D a scuola non è impossibile. Online trovate un manuale grautito (in inglese) per scoprire tutto quello che c’è da sapere sull’argomento. Ma nel caso non foste ancora convinti dell’utilità di imparare a essere dei makers, potete segnarvi da qualche parte i 10 modi in cui le stampanti 3D cambieranno la classe da cima a fondo. (continua…)

Tags:

Come capire i makers attraverso Cory Doctorow

Cory Doctorw portraitCopiare, variare e copiare ancora. L’istinto a prendere il lato migliore delle cose e trasformarlo in qualcosa di nuovo è dentro ciascuno di noi. A dirlo è Cory Doctorow, blogger e scrittore nato a Toronto nel 1971. Cory ha scritto un intero romanzo sul movimento dei makers chiamato, guarda a caso, “Makers” (qui il download gratuito in lingua inglese) che merita di essere letto.

Smontare un oggetto per ricostruirlo – o fonderlo con un altro – richiede la stessa energia creativa che impieghiamo quando si tratta di raccontare a modo nostro una storia che abbiamo sentito altrove. Doctorow dice di averlo capito quando è andato a vedere l’episodio IV di Star Wars al cinema nel 1977. Da bambino non aveva mai visto una narrazione così complessa e piena di sfaccettature: la prima cosa che ha fatto quando è tornato a casa è stato ridisegnare e riscrivere le avventure dei personaggi del film decine di volte. (continua…)

Tags:

WASProject e la stampante 3D che vuole salvare il mondo (un pezzo alla volta)

WASProjectWASProject è una startup di Ravenna che ama ispirarsi al piccolo – la vespa vasaia – e pensare in grande: una stampante 3D alta 1,5 metri che crea statue in argilla. L’idea del team composta da makers e creativi è sbarcata sulla piattaforma di crowdfunding Ginger. Obiettivo, raccogliere 70mila euro e trasformare il progetto in realtà. Per aiutarli e spargere la voce c’è tempo fino al 20 dicembre 2013.

In principio, la squadra di WASProject avrebbe voluto costruire una stampante 3D ancora più grande in grado di stampare case in argilla. Per arrivare al traguardo finale, gli startupper di Ravenna hanno deciso di fare una tappa alla volta e passare prima per il modello da 1,5 metri . Nel frattempo, sappiate ci sono altre persone come Enrico Dinil’uomo che stampa case – che sono già arrivate a buon punto. (continua…)

Tags: , ,

Come costruire un drone in 10 minuti con qualsiasi oggetto

Drone It YourselfUna ruota di bicicletta abbandonata per strada può ritrovarsi a volteggiare sopra la città nel giro di pochi minuti. Lo stesso vale per tastiere, libri e qualsiasi altro oggetto che sia abbastanza leggero. Se siete curiosi di sapere di cosa stiamo parlando segnatevi questo nome, DIY (Drone It Yourself): è il kit realizzato da Jasper van Loenen, interaction designer laureato presso il Piet Zwart Institute di Rotterdam, per applicare quattro eliche e un motore a quello che vi pare.

(continua…)

Tags:

L’Europa crede davvero nella stampa 3D

loci_3d-printed-sculptureIl movimento dei makers è nato negli Stati Uniti con i FabLab, ma è cresciuto molto anche dall’altra parte dell’oceano. Il segreto del suo successo sono le persone e il network che si crea tra di esse. In Europa c’è spazio per la nuova rivoluzione industriale. Anzi, in alcuni casi è già in atto, ma non tutti se ne sono accorti. Vale anche per l’Italia, dove l’innovazione spesso fatica a trovare il riconoscimento che le spetta.

Eppure, nonostante le difficoltà, nel Paese di Leonardo il coraggio non manca. Come ha scritto Massimo Banzi su CheFuturo! nel 2012: “se mi danno 1 milione di euro apriamo 15 Officine Arduino nell’arco di un anno”. Un’idea così avrebbe davvero successo, basta guardare i makers in azione a Firenze, o percepire l’energia della famiglia Cantini, gli artigiani digitali di Kentstrapper. E poi ci sono anche i numeri. (continua…)

Tags: , , ,