Home / 3D Print Exhibition / Cinque buoni motivi per partecipare alla 3D Print Exhibition

Cinque buoni motivi per partecipare alla 3D Print Exhibition

3d Printing Exhibition prizes

Da qualche giorno potete sottoporre la vostra partecipazione con le vostre stampe 3D utilizzando il form pubblicato qui; ricordate che avete tempo fino al 24 settembre per inviare il form con le immagini e prima lo farete e prima ci permetterete di organizzare le cose al meglio.

Ci sono vari motivi per i quali è una buona idea provare a partecipare e pensiamo che la cosa migliore sia ricordarvi i più importanti.

Innanzitutto partecipate con la vostra stampa ad una mostra che permetterà a tutti i visitatori che non hanno mai visto una stampa 3D di capire cosa è possibile fare con questi dispositivi: se ne parla tanto, ma dei validi esempi valgono sicuramente più di mille parole.

Ogni stampa sarà corredata dal nome dell’opera e le informazioni che l’autore vorrà dare, quindi se siete in cerca di contatti per lavoro o per passione, questa è un’occasione da non sottovalutare, anche perché a fine mostra realizzeremo un catalogo elettronico di tutte le opere esposte.

Roland logoUn secondo motivo è – se parteciperete alla categoria Ingegnosità – la possibilità di portare a casa una iModela di Roland DG. L’iModela iM-01 nasce dall’esperienza quasi trentennale di Roland nella tecnologia delle frese 3D. iModela iM-01 è un modellatore da tavolo tridimensionale estremamente facile da usare. Permette di lavorare la cera, la resina, il legno chimico e le materie plastiche più diffuse nel mondo del bricolage, dell’hobbistica, nella grafica computerizzata e nella prototipazione. iModela utilizza una mini fresa per forare, tagliare, scavare ed eseguire diversi tipi di lavorazione. Possono essere utilizzati diversi tipi di mini frese per fare tagli, per forare, modellare e dare alle cose la forma che si desidera. L’iModela è un utensile affidabile, facile da usare, che valorizza la creatività e l’intuito dando forma agli oggetti creati al computer. Il software applicativo che la controlla è iModela Creator, ed è già fornito con la macchina. iModela Creator guida le operazioni di lavoro in maniera semplice ed intuitiva. Con iModela si può immediatamente iniziare a realizzare degli oggetti, partendo dalla grafica o da un testo.

Kentstrapper logoUn terzo motivo – se partecipate alla categoria WOW! – è la stampante 3D Kentstrapper Volta. La nuova stampante 3D Kentstrapper nasce tra Firenze e Milano, lungo il filo immaginario che unisce la migliore tradizione artigiana italiana con la passione internazionale del movimento maker per la ricerca e l’innnovazione. Nasce dalla passione per il design di Patrizia e Marcello, co-founder di Tecnificio e dall’esperienza maturata nella stampa 3d dalla maker family Kentstrapper. Questa stampante 3d nasce con l’obiettivo di avere una soluzione formale solida, slegata dal concetto di “cubo”, con l’obiettivo di avere una maggiore area di stampa e un’ottimizzazione dei costi di produzione e spedizione. È stata progettata una struttura nuova e smontabile, ma al tempo stesso facile da assemblare e molto solida. Volta è realizzata con una lastra di HDF (High-density Fibreboard) tagliata al laser e colorata in pasta con tinte naturali con ottime caratteristiche meccaniche e di resistenza all’usura.

Sharebot-logoIl quarto motivo – se partecipate alla categoria tecniche di stampa – è la stampante 3D Sharebot Pro. Questa stampante è giunta alla sua terza versione e offre tutte le principali caratteristiche di una 3D di qualità: è dotata di doppio estrusore con ugelli da 0,4mm e alimentazione con filo da 1,75mm, ha il piatto riscaldato e stampa un volume fino a 20x20x20cm. La sua struttura a cubo contiene tutte le parti meccaniche senza che ci possano essere intralci al controllo della stampa in esecuzione, mentre il display a cristalli liquidi permette di verificare le funzioni principali ed utilizzare Sharebot Pro anche senza il collegamento a un personal computer, grazie alla stampa diretta di file da scheda di memoria SD. Per rendere ancora più semplice la stampa, questa macchina utilizza il software ReplicatorG con un profilo appositamente creato e Slic3r. Questa stampante, infine, esiste solo in versione montata e tarata da un tecnico che garantisce così tutti gli allineamenti e la messa in opera impeccabile della stampante.

Sculpteo logoIl quinto motivo, infine, – se avete scelto la categoria artistica – è un  buono da 250 euro valido per far stampare i propri file 3D dal servizio professionale Sculpteo. Con le stampanti FDM, infatti, è possibile realizzare ottime “bozze” e pezzi che non richiedono materiali particolari o specifiche caratteristiche, mentre con le stampanti professionali del cloud di stampa Sculpteo diventa semplice scegliere materiali vari come la plastica colorata e resistente, quella dettagliata a base acrilica, l’alumide o anche i metalli quali l’argento, passando per materiali particolari quali la cera per fusione, la resina ad elevato dettaglio, le resine rivestite di colore spray, la ceramica colorata e la polvere aggregata con inchiostri multicolor. In pratica, ogni tipo di oggetto può trovare con Sculpteo la soluzione di stampa migliore, che sia un pezzo di mondo Minecraft o un gioiello, una parte meccanica o un prototipo funzionale. Ogni materiale ha un costo di stampa diverso, ma il sistema online di preventivazione permette di conoscere dopo pochi istanti quanto costa stampare il proprio file STL nei vari materiali. Il sito www.sculpteo.com inoltre documenta molto bene tutti i vari passaggi da seguire per utilizzare nel modo migliore i servizi di stampa 3D offerti. Ma non finisce qui: tutti coloro che saranno selezionati per la mostra, avranno da Sculpteo un voucher per ricevere lo sconto del 10% su una stampa 3D fatta con il loro servizio.

2 Responses to “Cinque buoni motivi per partecipare alla 3D Print Exhibition”

Leave a Reply

Lascia un tuo commento

  • (will not be published)