Home / italian / Cinque progetti da tenere d’occhio su Kickstarter

Cinque progetti da tenere d’occhio su Kickstarter

I makers che puntano sull’open source non possono fare a meno di aprirsi anche verso il crowdfunding. Trasparenza, dichiarazioni di intenti e voglia di fare rete intorno ad un progetto sono gli stimoli che portano i fabbricatori digitali a rivolgersi a piattaforme come Kickstarter. Raccogliere i fondi necessari e trasformare le idee in oggetti concreti sono solo i primi passi di un lungo processo di making. Se volete seguire qualche storia interessante, date un’occhiata a questi cinque progetti.

The Smart Citizen Kit – metti insieme una scheda Arduino-compatibile dotata di sensori atmosferici, il davanzale della tua finestra e otterrai un network di monitoraggio ambientale senza precedenti. A farne parte sono i cittadini e i dati raccolti giorno dopo giorno sulla salubrità dell’aria che li circonda. Lo Smart Citizen Kit sarà finanziato se supererà la soglia di 50mila dollari. Dietro al progetto c’è una rete internazionale di collaboratori tra cui spicca anche Tomas Diez di FabLab Barcellona (leggi qui per saperne di più).
Scade il 16 giugno

The Buccaneer – l’idea alla base del progetto è semplice ma ambiziosa: portare una stampante 3D a basso costo (da 347 dollari in su) in tutte le case. Il team del progetto Buccaneer ha già convinto 1700 sostenitori, grazie ai quali sono stati raccolti quasi 660mila dollari. La stampante 3D si farà, ma potete comunque decidere di contribuire se volete essere tra i primi a provarla. L’interfaccia sarà molto user-friendly e permetterà la progettazione e la stampa anche da device mobili. Il gruppo di sviluppatori ha promesso di puntare sull’open source una volta raggiunta la fase di produzione.
Scade il 29 giugno 

OpenBeam Kossel Pro – nel caso di OpenBeam la natura open source è più spiccata. Il progetto ha già raccolto 65mila dollari di donazioni (superando la soglia critica dei 60mila) e una volta in produzione gli ideatori doneranno parte dei propri proventi a progetti open. Per il resto, si tratta di una nuova stampante 3D dal design particolare. Infatti, l’estrusore è azionato da tre coppie di bracci in fibra di carbonio. Quando si mette al lavoro è quasi ipnotica.
Scade il 30 giugno 

OWL Programmable Effects Pedal – se siete musicisti, desinger o hacker non perdete di vista questo pedale open source e open hardware sviluppanto in UK. Superata la soglia di 8000 sterline, il progetto ha raggiunto i 15mila sterline di donazioni grazie all’aiuto di un centinaio di sostenitori. Ovviamente, se volete smanettare con basi, campionature o codice OWL merita un pensierino.
Scade il 1 luglio

Bot-Logic – è un robot di quelli seri, e per capirlo basta dargli un’occhiata da vicino. Oltre alle sei zampe, il Bot-Logic in fase di sviluppo vanta un accelerometro, un modulo bluetooth e un sistema GPS. Tutto l’hardware è compatibile con le schede Arduino. Finora il progetto ha messo insieme 5000 dollari di donazioni, e la soglia del successo fissata a 10mila non è poi così lontana.
Scade il 10 luglio

2 Responses to “Cinque progetti da tenere d’occhio su Kickstarter”

Leave a Reply

Lascia un tuo commento

  • (will not be published)