Home / News / La pistola stampata in 3D ora è anche low cost

La pistola stampata in 3D ora è anche low cost

lulz liberator IT
Le stampanti 3D possono protesi, ma anche armi da fuoco. Prima o poi doveva succedere, ed è successo: un gruppo di giovani texani ha progettato Liberator, una pistola in plastica capace di sparare proiettili da 7,62 millimentri. Nonostante avessero una licenza per fabbricare armi, il Dipartimento di Stato americano è intervenuto bloccando i file CAD distribuiti online. Chiunque avrebbe potuto scaricarli – in qualsiasi parte del mondo – e costruirsi un’arma funzionante.

A dire il vero, l’unica difficoltà nello stampare Liberator era rappresentata dal fatto che la pistola fosse uscita da una stampante 3D industriale da circa 8000 dollari (una Stratasys Dimension SST). Gli appassionati d’armi e stampa 3D si sono dati da fare e hanno superato anche questo scoglio, mettendo in circolazione un nuovo modello: Lulz Liberator. Come spiega Forbes, un ingegnere del Wisconsin ha ideato un nuovo modello da 25 dollari stampato con una macchina da 1800 dollari, un modello quasi alla portata di tutti.

Joe – così si fa chiamare l’ingegnere – è andato oltre e ha pubblicato un video in cui mette alla prova la Lulz Liberator: si vede una pistola stampata in 3D che spara ben nove colpi prima di esplodere. Per un maker appassionato di armi è un successo. Ma non tutti la pensano essattamente così. Come se non bastasse, al fenomeno delle armi in plastica si aggiunge anche quello dei proiettili stampati in 3D. Ma, secondo Wired.it, le munizioni DIY sarebbero pericolose anche per chi impugna l’arma.

Nel giro di poco tempo, le armi stampate in 3D hanno attirato anche l’attenzione delle forze dell’ordine. La polizia di Sydney, per esempio, ha scaricato e stampato in 3D una Liberator per rendersi conto se si tratti o meno di una minaccia per la sicurezza nazionale. Secondo le loro prove di tiro, l’arma potrebbe causare ferite mortali alle persone. Per di più, la pistola in plastica non può essere individuata dai metal detector.

Nel frattempo, la preoccupazione intorno alla Liberator si diffonde anche negli Stati Uniti: Fox News ha diramato il contenuto di un bollettino dell’intelligence secondo il quale la pistola potrebbe mettere a rischio la sicurezza pubblica. E, come accade con tutti i file virali, anche per i progetti della Liberator sembra impossibile bloccare tutti i download.

Leave a Reply

Lascia un tuo commento

  • (will not be published)