Home / Barcamper Tour / #Makertour: Massimo Menichinelli

#Makertour: Massimo Menichinelli

Mentre attraversiamo l’Italia per scoprire la rivoluzione dei maker nostrani, vi raccontiamo la storia di uno di loro, Massimo Menichinelli, espatriato nel 2011 verso la Finlandia, ad Helsinki.

Qui ho scoperto molte più cose di quelle che avrei potuto immaginare.

Massimo é il nostro cicerone, origini liguri, si sposta prima a Milano e poi emigra verso il nord per costruire il primo Fablab all’interno della Aalto University, una delle università di design più quotate al mondo.

Qui si occupa con Anu, dei paesi bassi e Ali, indiano, di formare gli studenti e far crescere l’Aalto Fablab, costruito un anno e mezzo fa.

Entrare in un’università come la Aalto é come immergersi in un gigante laboratorio del fare, in cui gli studenti hanno a disposizione qualsiasi tipo di spazio, macchinario, tempo e ispirazione per inventare ciò che hanno in testa. Il tutto senza pagare alcuna tassa stratosferica: é lo stato che offre e lo studente che ha solo l’imbarazzo della scelta.

Scopriamo in breve parlando con Massimo e con i professori della Aalto Media Factory, Teemu e Juhani,  che l’intero sistema scolastico finlandese prevede molte ore di attivitá manuali e creative, per formare gli studenti sin da subito a saper utilizzare macchine e materiali.

E poi ho scoperto che Ad Helsinki a maggio il sole tramonta alle 22.30 e sorge alle 4, fa meno freddo del previsto, le metropolitane sono arancione fluorescente e le interviste puoi farle fuori dalle saune pubbliche, considerate luoghi dove passare il tempo libero e chiacchierare, completamente nudi, di affari e politica, in un posto dove la gente é abituata a non fissarsi negli occhi quasi mai.

Helsinki ci parla ancora di molte storie. Ve le racconteremo presto.

 

Leave a Reply

Lascia un tuo commento

  • (will not be published)