Home / Conosci i Makers / Labitat e la regola 0 dei makers danesi

Labitat e la regola 0 dei makers danesi

Labitat

Il bello dei makers è che entrano sempre in contatto tra loro. Lo scorso marzo Massimo Banzi e Davide Gomba sono andati a visitare Labitat, un makerspace nella zona ovest di Copenhagen. È un posto fantastico dove si respira l’atmosfera giusta: tonnellate di hardware, computer, esperimenti di biohacking (sono piante, nessuna paura) e una cucina ben attrezzata. Massimo e Davide hanno già raccontato per immagini il loro viaggio sul blog di Arduino, e vale la pena aggiungere qualche parola.


Innanzitutto, ecco la strada per arrivarci: lasciatevi alle spalle il parco di Frederiksberg Have, scendete lungo la Gammel Kongevej, girate a sinistra in Ørsteds vej e fermatevi di fronte al numero 5. Lì, in quello scantinato, c’è il Labitat. Scendete le scale e immergetevi nel makerspace. Tutto quello che dovete sapere sulla filosofia di questo luogo è riassunta nella regola 0:

Rule 0
Don’t act in a way that requires us to create a new rule.

 Guideline 0
Membership is free, but to use Labitat you must contribute to Labitat.

Significa che Labitat può vivere solo grazie alle persone che lo frequentano e alla loro convivenza costruttiva. È un messaggio semplice ma potente. Una volta compreso, c’è sempre tempo per distrarsi con i progetti folli gestiti all’interno del makerspace. Come The Fridge, il frigo hackerato grazie a un portatile modificato, uno scanner di codice a barre e un lettore di schede fissato alla porta. O come CANduino, un sistema di segnalazione per toilet occupate (è risaputo, se stai scrivendo codice devi ottimizzare i tempi di attesa) realizzato con una scheda Arduino.

Non finisce qui. Il modo migliore per conoscere Labitat è seguire l’account Twitter (@labitat_dk) e dare un’occhiata alla loro raccolta di foto sul gruppo Flickr. Se siete ancora più curiosi, sfogliate la wiki con tutti i progetti in corso. Se poi vi trovate a passare da quelle parti, fate un fischio e qualcuno vi farà strada. Per andare sul sicuro presentatevi alle 19:00 di martedì. È l’appuntamento settimanale del tour open door.

Credits immagine: kuro_dk / BY-NC-ND

Leave a Reply

Lascia un tuo commento

  • (will not be published)