Home / italian / 3Doodler: la penna per makers trionfa su Kickstarter

3Doodler: la penna per makers trionfa su Kickstarter

Esiste una penna che disegna le idee dei makers, ma non è fatta per scrivere su di un semplice foglio bianco. A essere precisi, si può utilizzare ovunque, perché serve a creare oggetti in 3D. Si chiama 3Doodler e ha appena chiuso con successo la sua campagna di crowdfunding su Kickstarter. E in poco più di un mese sono stati raccolti ben 2,3 milioni di dollari.

Un grande successo per WobbleWorks, la piccola startup di Boston fondata da Peter Dilworth e Maxwell Bogue. I due makers – che nella vita vogliono produrre robot e giocattoli – hanno creato una penna capace di emulare le stampanti 3D. L’idea ha fatto breccia sul web e la 3Doodler, che sembra un piccolo saldatore da 200 grammi, diventerà realtà.

Come spesso accade su Kickstarter, l’obiettivo degli inventori di 3Doodler non era affatto ambizioso: sarebbero bastati 30.000 dollari per avviare una piccola produzione e testare il prodotto. La risposta dei sostenitori, invece, è stata tanto entusiasta da far superare alle donazioni la soglia del milione di dollari nel giro di una manciata di giorni.

Per disegnare la 3Doodler utilizza filamenti di ABS (3 mm di diametro), la plastica alla base dei mattoncini Lego utilizzato anche da molte delle stampanti 3D in circolazione. Basta impugnarla, premere un pulsante e la plastica fusa solidifica nella forma desiderata. In alternativa, la penna può essere caricata anche con il PLA, un polimero biodegradabile in natura.

Il video di presentazione e le FAQ offrono un’idea abbastanza chiara di tutto ciò che è possibile creare con la penna. Come si può leggere nell’aggiornamento del 22 marzo, presto sul sito ufficiale dovrebbe nascere una sezione di pre-ordine del prodotto. In ogni caso, i primi esemplari saranno inviati per direttissima ai sostenitori della campagna di crowdfunding.

Nonostante sia uno strumento ideale per dare sfogo alla creatività, la 3Doodler è consigliata solo a ragazzi e ragazze dai 12 anni in su. La plastica estrusa di per sé non è pericolosa, ma durante l’uso la punta della penna raggiunge i 270° C di temperatura. In poche parole, meglio tenere le dita alla larga.

 

Leave a Reply

Lascia un tuo commento

  • (will not be published)